Lettera aperta di un operaio dell’indotto Pignone

All’attenzione del Governatore Enrico Rossi
All’attenzione del Consiglio Regionale tutto
All’attenzione del Sindaco Nardella
All’attenzione del Consiglio Comunale tutto
All’attenzione di tutte le organizzazioni sindacali
All’attenzione degli organi di stampa
All’attenzione della cittadinanza tutta

Lettera aperta

FATTO IL DECRETO, TROVATO L’INGANNO?

Il codice Ateco del Pignone è 28.29.2.
Risulterebbe escluso dalle cosiddette attività “essenziali”.
In questi giorni d’incertezza si sta spargendo ulteriore disorientamento tra i lavoratori: all’interno del Pignone i vari caporeparto e dirigenti stanno affermando con certezza che il Pignone rimarrà aperto.
Se ciò dovesse avvenire, grazie alla lettere d dell’art. 1 dell’ultimo DPCM, con il Pignone dovrebbero rimanere aperte tutte le aziende della sua filiera, indipendentemente dal loro codice Ateco.
Non a caso, già da ora, il Pignone sta inviando comunicazioni a tutte le aziende dell’indotto affinché queste rimangano aperte.
Stiamo parlando di decine di migliaia di operai tra Firenze e il resto della Regione.
Ciò ipotecherebbe seriamente la possibilità di limitare il contagio all’interno della nostra Regione per le esigenze produttive e di profitto di un singolo consiglio d’amministrazione.
Non possiamo e non potete permettere che ciò avvenga: decine di migliaia di operai a lavoro rappresentano un potenziale infettivo elevato all’ennesima potenza.

Le istituzioni locali e regionali devono verificare che non esistano abusi e scappatoie.
Nel caso alcune delle lavorazioni del Pignone siano realmente “essenziali” queste non potrebbero comunque consentire che tutte le lavorazioni e tutta la produzione rimanga inalterata.
Anche all’interno della medesima azienda, nel caso questa abbia dimensioni così grandi e comprenda un indotto di tali dimensioni, è necessario ed opportuno che vengano ridotte al minimo le attività consentite.

Il servizio “essenziale” dovrebbero esserlo per natura e senso comune: un servizio realmente vitale per la collettività, e non un grimaldello dietro al quale coprirsi per mascherare la sete di profitto che a quel punto scavalcare il bene comune più prezioso che abbiamo, la salute pubblica e collettiva.

Fiducioso che leggerete queste poche righe e che applicherete le giuste misure, e che siate rigorosi almeno quanto lo siete nei parchi pubblici, spero che questa bomba ad orologeria venga disinnescata e ogni velleità di apertura riposta nel cassetto.

Mi rivolgo a voi perché mai come oggi ogni territorio vive, all’interno della medesima emergenza sanitaria, una specificità che le istituzioni locali devono interpretare: partendo dalle linee guida dei decreti governativi devono saperli adattare alla peculiarità della propria comunità di riferimento.

Stare a casa è un dovere. Ce lo chiedono medici ed infermiere.
Stara a casa a questo punto diventa anche un diritto che gli operai stanno gridando a gran voce e che spero ascolterete.

Un operaio dell’indotto Pignone

La traPunta #11

Eventi in città 10/2 – 17/2 da lapunta.org

  • Foibe si o foibe no? Diamo un occhio a quanto scrive Nicoletta Bourbaki
  • Reinventiamo Piazza Tasso, presentazione di mappa e progetto (https://lapunta.org/event/431): ne pèarliamo con un compagno dell’occupazione via del Leone.
  • No al piano Trump! La Palestina non è in vendita! (https://lapunta.org/event/420), sabato presidio a Firenze. Ospite Marisa, attivista di Assopace Palestina.
  • In vista dell’assemblea cittadina verso lo sciopero transfemminista dell’8 e 9 Marzo (https://lapunta.org/event/390), collegamento con Sara, NonUnaDiMeno Firenze.  

Stampa Rassegnata 089 9-15Dic.

 

In questo “pillolo”:      – A Signa e Lastra serve un ponte per la salute e la vivibilità ma la priorità della Regione è il nuovo Aeroporto. Sulla manifestazione del 13Dic. con Manuela, Paola e Giuseppe del Comitato per il nuovo ponte.

– Frigogel a Campi B.: Sotto il ghiaccio appalti al ribasso e lavoro a cottimo. Con Sara del Si Cobas una panoramica sulle vertenze nella Piana verso l’assemblea del 18 Dic. contro i decreti salvini che colpiscono i lavoratori. (dal min. 28.00 circa)

– A San Frediano si scrive parcheggio si legge speculazione. Con Cosimo di Via del Leone sul Consiglio di Quartiere aperto del 19 Dic. per difendere piazza Cestello dagli scavi. (dal min. 50.00 circa)

 

Stampa Rassegnata 068 27Mag-2Giu

 

In questo “Pillolo”: – il TAR “boccia” il          progetto di Nuovo Aeroporto di Firenze. Nella cronaca Main Stream largo spazio  alla rabbia dei Padroni del Territorio. La sentenza rafforza le ragioni del NO ma restano aperte le criticità dell’Aeroporto attuale cresciuto a dismisura per i soliti interessi. Teniamo aperta la discussione e alta la guardia.                                           – a Prato Scioperano i “dannati della Moda” contro la nuova schiavitù. Dalla Tintoria DL alla Tintoria FADA la protesta mette a nudo il Tessile Pratese. Con Sarah del Si Cobas per raccontare le lotte e i tentativi istituzionali di spegnerla (min. 28 circa)

Radio Contado #32

In diretta da Frittole

 

 

 

 

Fridays for Venezuela!!!!!

  • Intro e saluti e problemi tecnici! (DRIOOOOOOOOOOOCANEEEE!!!!!!)
  • In diretta dal campo con Dino il contadino: games of decespugliatore, piselli e riti in mutande
  • Gino Gonzales: Solo de Pan no se vive
  • Venezuela con Josè e Gulhelmo: breve storia fino alla riforma agraria
  • Dame Pa Matala: el levantamento del latino
  • Venezuela: ley dela semenza
  • Venezuela: dal dire al fare…l’esperienza di Gulhelmo e la conflittualità popolare
  • Alma llanera: Smn daz
  • Saluti venezuelani
  • Voci della comunità con Giorgio e raffa gli artigiani
  • Festival delle autoproduzioni di Pisa
  • De Andrè: La cattiva strada
  • Collegamento con Margarita dalla Bibliocanova: il contropresidio
  • FFF: lancio del corteo con Isaak
  • Intervista telefonicaa Lorenzo di FFF
  • Rassegna eventi
  • De Andrè: se ti tagliassero a pezzetti

Radio Contado #23

Radio Contado, in diretta da Frittole:

Terre di Lastra Bene Comune

 

 

 

 

  • Sigla iniziale
  • Telefonata a Mulo – da Barcellona
  • Zaz-Je veux
  • eventi del 15 marzo su clima e grandi opere
  • 99 Posse-Povera vita mia
  • Minima Ruralia: Descolarizzazione con Marzia e Mattia
  • Picciotto + Gheesa-Amarcord 2.0
  • Minima Ruralia
  • Pink Floyd-Another brick in the wall
  • Voci della Comunitàcon Luca di Terre di Lastra bene comune
  • Tarall&Wine-L’importante è ca staje buono
  • Voi della Comunità
  • Ivano Fossati-La disciplina della terra
  • Diretta dal Campo con Dino il Contadino
  • Agriquizcon Luca
  • African MarketPlace
  • Rassegna eventi

Stampa Rassegnata 056 25Feb-3Mar

In Questo Pillolo Pillolo:                     – Frydays For Future. Le nuove generazioni non hanno tempo per diventare “classe politica” e attivare quel cambiamento radicale di cui abbiamo bisogno per non essere travolti dai cabiamenti climatici. Di fronte a queste sfide c’è chi non si rassegna.     Con Lara lanciamo anche a Firenze lo Sciopero Globale del 15Marzo Marzo                                                                         – “Regionalizzazione Differenziata”: i ricchi vogliono “lasciare l’italia” con una secessione dei privilegiati. Cosa potrebbe accadere a partire dalla scuola? ne parliamo con Flavio dei Cobas Scuola.