La Radio del Vecchio Mulino – puntata 1

Dalle campagne fiorentine, in un bosco fitto fitto e in riva a un fiumiciattolo, c’è il Vecchio Mulino, dove abitano diverse persone che hanno deciso di sfogare la noia impostaci dal Covid19 in una puntata Wombat carica di tutta la nostra angoscia apocalittica, ma anche di entusiasmo e di contenuti seri e meno seri.

Nello specifico:
– Introduzione dei personaggi del Vecchio Mulino e dei contenuti della puntata;
– Modena City Ramblers – Una Perfecta Excusa;
– Presentazione dei contributi audio del Teatro PostWork della Polveriera;
– Notiziario Transfemminista a cura di compagne del collettivo delle Zorras femministe su aborto e attuali proteste delle donne in Polonia;
– Sara Hebe – Asado de fa;;
– Notiziario transfemminista – approfondimento sex workers e contributo audio da compagna delle Zorras femministe (questionario sull’amore romantico);
– Nathy Peluso – Gimme some Pizza;
– Simone Grippo – Heval Tekoser (live Vecchio Mulino Studios);
– Tiken Jah Fakoly il faut se lever
– contributo audio dal coordinamento Rent Strike di Bologna;
– Mayonisa: ricetta della Maionese e storia di un unto amore di quarantena.