Fuoco alle Polveri #95

AIUTO! Siamo rimasti chiusi in Polveriera dopo il festival di Letteratura Sociale e siamo rimasti qui fino al pomeriggio successivo (per ora!).
Non sapendo che fare e non trovando una via d’uscita da questa spiacevole situazione, abbiamo deciso di condividere con voi il nostro disagio facendo una puntata di Fuoco alle Polveri direttamente dalla Polveriera.
Ecco cos’è venuto fuori:

– I like birds – Eels
– Chiacchiere post-presidio anti-Salvini di ieri a Firenze
– Adversus – Colle der Fomento
– “Scusateci” dal Festival di Letteratura Sociale, parte 1
– Niente x scontato – Bluvertigo
– “Scusateci” dal Festival di Letteratura Sociale, parte 2
– Boom boom – John Lee Hooker
– Presentazione del Festival “Teatro Necessario”, l’8 e il 9 Giugno prossimi in Polveriera
– Cool Drink of Water – Agnostic Mountain Gospel Choir

General Intellect e Salario Sociale

Iniziativa sui temi del General Intellect e del salario sociale, organizzata dal Collettivo Putilov e svoltasi il 10 maggio 2019 presso gli spazi della Polveriera SpazioComune.

Intervengono:

  • Domenico Moro (economista e sociologo) – L’attualità del marxismo
  • Ubaldo Fadini (Università di Firenze) – Il General Intellect
  • Massimo Grandi (Università di Firenze) – Il salario sociale

 

Fuoco alle Polveri 93

Le linee guida ministeriali vengono prese alla lettera a Firenze attraverso un’ordinanza firmata dalla prefetta Laura Lega che vieta, a chiunque sia stato denunciato per alcuni reati minori all’interno del comune, di sostare in varie piazze e vie del centro. Ne parliamo con Giovanni Conticelli, avvocato impegnato nell’opposizione giuridica a tale provvedimento, e con un compagno, vittima dell’ordinanza, che ha deciso di ricorrere al TAR contro di essa.

Ci avviciniamo alla quarta edizione del festival di letteratura sociale, in programma presso gli spazi autogestiti della Polveriera dal 16 al 19 Maggio. Radio Wombat sarà presente con la diretta integrale, nell’attesa uno degli organizzatori ci espone il ricco programma della ormai classica quattro giorni primaverile all’insegna dell’editoria indipendente.

Un volo pindalico ci porta in Indonesia alla scoperta di un animale leggendario e unico, cugino del nostro registro Dlago, il drago di Komodo.

Regia a cura di GD con Maclango, The Clash e Coma Cose. Stay wombat!

 

 

Radio Contado #29

Radio Contado #29 in diretta da Frittole

Coltivare Resistenza e Memoria

 

  • Saluti e intro
  • Africa Unite – Il partigiano Johnny
  • Telefonata a Fabio di Genuino Clandestino Abruzzo
  • Il Teatro degli Orrori – Compagna Teresa
  • La Grebana pt.1 : lettura “La riunione dei Valligiani” e “La Banda Corbari” e chiacchiere
  • CSI – Linea Gotica
  • La Grebana pt.2 : autoproduzioni di Memoria
  • Ustmamò – I Ribelli della montagna
  • Telefonata con Dino il Contadino live from Legnaia
  • Murubutu – La collina dei pioppi
  • Milena illustratrice di memorie
  • Gang- festa d’aprile
  • Milena: la storia di Miriam Pellegrini
  • MCR- oltre il ponte
  • Chiamata con Mirko- Centro di Documentazione Popolare di Orvieto. Chiacchierata sulla delibera del Comune di Orvieto che nega gli spazi pubblici a associazioni neofasciste
  • Inti Illimani – El pueblo
  • Rassegna Eventi feat. Briccobaldo!
  • MCR – Bella Ciao

Fuoco alle Polveri #89

88esima puntata di Fuoco alle Polveri…in questa nera giornata di lutto per il compagno Orso, continuiamo nella sua FIrenze a lottare con i nostri microfoni…parliamo a lungo dello sgombero del Rovo e della situazione fiorentina, vi raccontiamo cosa è successo sabato in quel del chiostro di Sant’Apollonia e chiudiamo con i nostri consigli cinematografici della settimana….

Saremo gocce

Saremo tempesta

Oggi siamo lacrime

Domani un sorriso

Il tuo.

Serkeftin!

Scaletta:

Fuoco alle Polveri #88

 

Siamo all’88esima puntata di Fuoco alle polveri, oggi ci facciamo  raccontare da due componenti del Percorso Psiche del secondo festival  “Manicomio Invisibile”, una luuuunga Nardellata (ma quanto ci garba!), tanti pezzacci e la chicca cinefila sul finale!

Wombat!!

 

Scaletta:

Turistificazione a Firenze: nodo SET Firenze si presenta.

“A Firenze e in Toscana il turismo globale si presenta come monocultura industriale, estrattivista e colonialista. Un’industria pesante che, in città e territori in piena recessione economica, crea dipendenza vitale, ma che, esportando i capitali, impoverisce – anche economicamente – le città d’arte”. SET Firenze si presenta alla città:

introduzione al manifesto SET firenze a cura di Ilaria Agostini, laboratorio politico perUnaltracittà.

Roberto Budini Gattai (laboratorio politico perUnaltracittà) racconta le esperienze della rete set in Italia ed in Europa.

Antonio Fiorentino (laboratorio politico perUnaltracittà) illustra i risultati della ricerca sui nuovi padroni della città turistificata.

l’assemblea dei cardatori illustra alcune pratiche di resistenza alla turistificazione.

Turistificazione della parte nord-ovest della città e nella piana, a cura di CSA Next Emerson.
Estrattivismo e turistificazione delle campagne, a cura della comunità di resistenza contadina Jerome Laronze.
LaPolveriera SpazioComune sul ruolo degli spazi sociali nel tessuto urbano fiorentino.
Mondeggi Bene Comune verso l’asta del 1 marzo.
I cambiamenti della città appena fuori dal centro, tra grandi opere e riqualificazione a cura dell’occupazione Corsica81.
Turistificazione e grandi opere, la piana nella stretta della turistificazione, con l’assemblea per la piana contro le nocività.
Tiziano Cardosi (no Tav Firenze) sulle grandi opere fiorentine.
Congresso SET 1,2,3 Marzo 2019 a Firenze.
Dibattito aperto.

Ottanta voglia di Fuoco alle Polveri

Ma voi non lo vorreste un raggio laser capace di far sparire ciò che più vi rimane sui coglioni? Noi si e vi lasciamo anche immaginare su chi lo punteremo! Mentre il Fenomeno si diverte con aggeggi da milaeuri in città risuonano echi di aste e sgomberi che puntano a chiudere gli spazi sociali che da sempre donano respiro ad una città che sempre più reprime e soggioga.  Ci colleghiamo con compagn* da Mondeggi e dall’Emerson che ci raccontano come si stanno organizzando per affrontare una primavera che si preannuncia calda. Ah, il formato è nuovo, siamo diventati snelli snelli!

PS: Tuco colpisce ancora, l’urlo dei balcani in chiusura è spaziale, non perdetevelo!