Buongiorno Palestina 50

LA SITUAZIONE DELLE ONG IN  PALESTINA:

Intervista a Gianni Toma, responsabile Medio Oriente presso COSPE ONLUS (Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti).
Il COSPE è un’associazione privata, laica e senza scopo di lucro. Nasce nel 1983 e muove i primi passi in Africa, lavorando sull’antirazzismo, nelle scuole e con le associazioni di immigrati. Oggi il COSPE opera in 25 Paesi del mondo con circa 70 progetti.  Gianni Toma lavora nel settore della Cooperazione Internazionale dal 2000. E’ stato addetto stampa COSPE dal 2001 al 2006 e ha al suo attivo diverse pubblicazioni sui temi della cooperazione internazionale, dell’intercultura, dei diritti umani e delle libertà di espressione.
La Scuola COSPE nasce nel 2004 con l’obiettivo di proporre percorsi formativi che preparino a una carriera nella Cooperazione Internazionale ed il Non Profit. Oggi la Scuola ha il riconoscimento della Regione Toscana. Informazioni e approfondimenti sul sito: https://www.cospe.org/

Musica: Zade Dirani: “I nostri cuori battono ancora” Unicef 2017 – I Muvrini: “Ma soer musulmane” Album Luciole 2017 .

 

Buongiorno Palestina 39

  • Buongiorno Palestina !
    In prima pagina : le raccomandazioni del nostro nuovo Presidente del Consiglio per affrontare il ritorno alla normalità, dopo la pandemia.
    Recensione di libri a cura di Marisa

Il maestro di Gaza” di Ramy Balawy e Alessandra Ravizza  ed. Aut: una scrittura di grande umanità che Alessandra ha saputo raccogliere in queste pagine dalla testimonianza di Ramy e dei suoi alunni. Il racconto ci trascina dentro la vita e la sensibilità dei ragazzi gazawi e ci mostra come ordinarie e quotidiane faccende, come andare a scuola, possano essere influenzate  dall’occupazione militare israeliana e dalla guerra, che tutto stravolge e distrugge.
 50 ANNI DOPO 1967-2017 I territori palestinesi occupati e il fallimento della soluzione dei due stati di Chiara Cruciati e Michele Giorgio. Alegre Ed. L’occasione è il cinquantesimo anno dalla “Guerra dei sei giorni” del 1967r. 223 pagine suddivise in 9 capitoli, il primo dei quali affronta la “Guerra dei sei giorni” e l’occupazione militare. Passando poi per la Nakba, l’Intifada, gli accordi di Oslo fino all’ultimo dal titolo “La comunità internazionale e il mantenimento dello status quo”.

Musica oltre la sigla: Coro dei bambini siriani (UNICEF) -Yasmina Ramia _ Oum Khalthoum – امل حياتي_ Aleph Live at Olympia – PALESTINIAN DABKE.