Buongiorno Palestina 50

LA SITUAZIONE DELLE ONG IN  PALESTINA:

Intervista a Gianni Toma, responsabile Medio Oriente presso COSPE ONLUS (Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti).
Il COSPE è un’associazione privata, laica e senza scopo di lucro. Nasce nel 1983 e muove i primi passi in Africa, lavorando sull’antirazzismo, nelle scuole e con le associazioni di immigrati. Oggi il COSPE opera in 25 Paesi del mondo con circa 70 progetti.  Gianni Toma lavora nel settore della Cooperazione Internazionale dal 2000. E’ stato addetto stampa COSPE dal 2001 al 2006 e ha al suo attivo diverse pubblicazioni sui temi della cooperazione internazionale, dell’intercultura, dei diritti umani e delle libertà di espressione.
La Scuola COSPE nasce nel 2004 con l’obiettivo di proporre percorsi formativi che preparino a una carriera nella Cooperazione Internazionale ed il Non Profit. Oggi la Scuola ha il riconoscimento della Regione Toscana. Informazioni e approfondimenti sul sito: https://www.cospe.org/

Musica: Zade Dirani: “I nostri cuori battono ancora” Unicef 2017 – I Muvrini: “Ma soer musulmane” Album Luciole 2017 .

 

Buongiorno Palestina 26

Buongiorno Palestina !

Intervistiamo oggi il  Dott. Lorenzo Mirabile, chirurgo pediatrico,  che si reca due volte all’anno in Palestina per operare i bambini nei  territori palestinesi con il  PCRF (Palestinian Children Relief Found): a Gaza, Ramallah, Hebron e Gerusalemme Est (l’Ospedale Makassed).  Il Dott. Mirabile  è stato  primario dell’ Ospedale Bolognini di Bergamo e poi  Primario dell’Ospedale Mayer . E’ specialista nel trattamento delle vie respiratorie con tecniche di avanguardia. In questa intervista  testimonia le dolorose difficoltà che incontra nell’operare i bambini colpiti da patologie legate agli atti di guerra che Israele mette in atto sia durante le manifestazioni, come è avvenuto per la “Marcia del Ritorno” a Gaza, sia nei territori occupati in Cisgiordania, a causa dei gas lacrimogeni, gas soffocanti o a seguito di bombardamenti. Le difficoltà che lui e la sua equipe hanno riscontrato sono sopratutto nel riuscire a far mantenere in vita bambini che, felicemente operati, avrebbero necessità di continuare la degenza ospedaliera con terapie di mantenimento per lunghi periodi. Purtroppo la  mancanza di personale locale specializzato, la cui formazione è attualmente irrealizzabile per mancanza di fondi e per le difficoltà di spostamento del personale sanitario, ostacolato dalle restrizioni israeliane, fanno si che, spesso, questi bambini muoiano. Al suo impegno in Palestina con il PCRF  il Dott. Mirabile affianca quello del lavoro per la sua  ONLUS dal nome “RespiriAmo la Vita” a cui ha iniziato a dedicarsi con maggior impegno da circa un anno.

Buongiorno Palestina 25

Buongiorno Palestina !  

Laura e Fiorenza ci parlano della loro esperienza all’Aja in occasione della Manifestazione
contro i crimini d’Israele, affinchè questi fossero giudicati dalla Corte Penale Internazionale.

Il procuratore generale della CPI (Corte Penale Internazionale situata a L’Aia), Fatou Bensouda si rifiutava di trattare i fascicoli delle denuncie sporte contro i crimini israeliani, crimini di guerra e crimini contro l’umanità. La Corte d’Appello è stata obbligata di richiederle di rivedere la sua posizione e riprendere l’inchiesta sul sanguinoso assalto israeliano del 31 maggio 2010 contro la Mavi Marmara, nave della Flotilla umanitaria in rotta verso Gaza. Fatou Bensouda ha affermato che non avrebbe avviato nessun procedimento giudiziario contro Israele, perché il crimine non era stato “abbastanza importante” !

 

Buongiorno Palestina! N.0

Prima trasmissione da oggi e ogni mercoledì dalle 19 alle 19.30 su quel che non si deve sapere sulla Palestina, per la rete di complicità, pressioni e interessi che consentono allo stato di Israele di asservire le principali testate.Temi trattati: Report sugli attacchi delle forze militari israeliane contro i manifestanti palestinesi durante la “Grande Marcia del Ritorno”  dal 30 marzo 2018 al  14 maggio 2019 pubblicato dal Ministero della Salute palestinese nella striscia di Gaza. Rassegna stampa dei principali quotidiani italiani tratti da un articolo di Patrizia Cecconi su gli ultimi avvenimenti di Gaza. Accademici che si oppongono allUniversità di Ariel (SeSamo: Società per gli Studi del Medio Oriente). Lettera di SCP (Società Civile per la Palestina) a sostegno degli accademici di SeSamo.