Buongiorno Palestina 57

Mondo Giovani:

Giovani Palestinesi della diaspora in Italia  e altrove. 

In questa puntata i GPI, giovani di seconda generazione ci parlano dei loro rapporti con la Palestina, delle difficoltà di entrare nella loro terra, gli impedimenti, le attese e gli interrogatori snervanti degli israeliani alle dogane, dell’impossibilità di muoversi sul territorio e viaggiare come semplici turisti. Questi giovani ci parlano dei loro sentimenti, le prime emozioni nel visitare una terra di cui spesso hanno solo sentito parlare dai loro genitori e di come sono considerati dai loro connazionali quando vanno a trascorrere un periodo di vacanze o a trovare i loro parenti. Raccontano della diaspora palestinese, del diritto al ritorno, delle diversità dei diritti acquisiti dai rifugiati  negli anni in Giordania piuttosto che in Siria o in Libano.

Questo il link al commento di GPI sulla recente visita di Luigi di Maio a Tel Aviv: https://www.facebook.com/giovanipalestinesi.italia/videos/718925402041107

https://stopthewall.org/  

Facebook:https://www.facebook.com/stop.the.wall.campaign/posts/3400589793365553  

 

Musica: ‘Luces errantes‘ di Ismael Serrano, Concierto Solidario Madrid 2014 – Fadwa Turqan in “Felice nel suo grembo” omaggio ad Edward Said, Orientalismi sonori (https://www.youtube.com/watch?v=oMjAUpKYj2Y) – “Souris Palestine” di  Mennel Ibtissen. (https://www.youtube.com/watch?v=-r3jzil-f34)

Buongiorno Palestina 27

Buongiorno Palestina !

Un sasso nello stagno: con queste parole termina l’intervista ad Ave Mazzetti, detta anche “la palestinese” che vive e lavora a Viareggio ma anche e sopratutto in Palestina.

Ave, assistente odontoiatrica, collabora con PCRF(Palestine Children’s Relief Fund), organizzazione fondata nel 1991 negli Stati Uniti dall’incontro tra Huda al Masri, palestinese e Steve Sosebee americano.
Dal 2013 in poi PCRF-ITALIA è impegnata a fornire assistenza umanitaria, soprattutto medica, in Medio Oriente in attività completamente gratuite, con 6 uffici in Cisgiordania, 3 nella striscia di Gaza, 1 il Libano e in Giordania. Grazie alla sua iniziativa e la sua tenacia, Ave è riuscita a far aggiungere una disciplina medica (le cure odontoiatriche) che non era presente in questa organizzazione.
Due volte l’anno Ave parte con la sua valigia carica di strumenti per raggiungere e curare i piccoli pazienti di Nablus e dei Campi Profughi. Una testimonianza di impegno civile e di militanza che in ogni viaggio mette alla prova la sua resistenza nel superare le difficoltà che le autorità aeroportuali israeliane le impongono per raggiungere la sua destinazione.
Ave, ha creato un Gruppo su Facebook dal titolo: “Da Viareggio a Gaza“, dove potrete trovare notizie su progetti, iniziative e manifestazioni che si tengono in Versilia e in Palestina, che vi invitiamo a consultare.
Per maggiori informazioni sul PCRF: https://www.pcrf.net/ e su Facebook: PCRF- Italia ODV