Buongiorno Palestina 55

Mondo Giovani: Nablus, Alessandra e la sua esperienza

Alessandra Gola è una giovane architetta e ricercatrice dell’ Università di Lovanio in Belgio. Alessandra è stata co-fondatrice del progetto Yalla Project e vive e lavora in Palestina  dal 2009.

Il Progetto Yalla,( مشروع يالا)  è un’impresa collettiva con una forte vocazione sociale. In un contesto  difficile per l’ingerenza dell’occupazione israeliana, il progetto si è indirizzato alla creazione di relazioni tra gli spazi costruiti, la cultura e la vita quotidiana associandoli ad un  businnes di sostentamento delle iniziative economiche locali. Si sviluppa in quattro sottoprogetti:  Laboratorio di Ricerca, Cafè sociale, una Guest House, Turismo Culturale  & Intrattenimento educativo.  Il link: https://www.theyallaproject.com/

Notizie da Firenze: Camilo della comunità cilena fiorentina esulta per la  vittoria per l’abrogazione della costituzione di Pinochet in Bolivia: vittoria del MAS (Movimiento al Socialismo), formazione di sinistra. Domenica prossima si replica in Cile:  “Hasta la Victoria siempre !“. In Consiglio Comunale: il consigliere Coccollini della Lega ha proposto una mozione che in sostanza chiede di equiparare antisionismo con antisemitismo motivandola “ a fronte di atti di ispirazione antisemita più volte ripetutisi nella Regione e nella città di Firenze”. Israele attraverso i suoi agenti, torna alla carica: filo-israeliani e destra fascistoide uniti.

Razzismo: Un cartello all’esterno dell’insediamento di Yitzhar avverte gli arabi di non entrare: “Questa strada conduce alla comunità di Yitzhar – L’ingresso per gli arabi è pericoloso.”

 

Musica:Iran”, dall’album Middle Eastern di Mehdi Rajabian“Hopeless Town” di Rasha Nahas e Neomi  Zahor  del gruppoThe HEARTBEAT – “Hasta Siempre”: De Los Comanches dall’ album Discos Esmeral.

Buongiorno Palestina 53

Suad Amiry al Giardino dei Ciliegi

Suad Amiry, architetta e scrittrice palestinese, autrice del best seller Storia di un abito inglese e di una mucca ebrea, ci parla della sua vita di figlia di rifugiati, studiosa ed infine fondatrice del Centro per la Conservazione dell’Architettura Storica Palestinese di Ramallah in Cisgiordania dove vive ed insegna all’università Bir Zeit. La sua presenza al Giardino dei Ciliegi di Firenze fa seguito alla sua partecipazione a Roma al Festival di Cultura palestinese: Falastin Festival che le concitate urla dei sionisti non solo di casa nostra – oltre ad Associazione Italia-Israele e Comunità Ebraica romana è stato mobilitato anche il Centro Wiesenthal di Los Angeles – non sono riuscite nel tentativo di impedire.

Film palestinesi al Middle East Now (6-10 ottobre):

  • venerdì 9 ottobre: SELFIE ZEIN di Amira Diab Palestina, 2019, 11’
  • sabato 10 :MARADONA’S LEG di Firas Khoury Palestina, Germania, 2019, 23’
  • Between Heaven and Earth di Najwa Najjar Palestina, Islanda, Lussemburgo, 2019, 95’
  • domenica 11:  Gaza Mon Amour di Tarzan e Arab Nasser,  2020, 88′ -L’ultimo film dei gemelli registi palestinesi Tarzan e Arab, che ha debutatto al festival di Venezia
  • I film del festival in streaming online:  sala virtuale Più Compagnia in collaborazione con MyMovies: https://www.mymovies.it/ondemand/middleastnow/

Rassegna musicale:  “Palestinian Dabke” (danza tradizionale Palestinese) – “Oh This Word” (Coro di bambini palestinesi ) – “Palestinian Mashap”: adattamento musicale di  Luahi Ahmaro e Natalie Saman – video sottotitolato in italiano: https://www.amiciziaitalo-palestinese.org/index.php?option=com_content&view=article&id=6643:palestinian-mashup-con-sottotitoli-italiani&catid=32&Itemid=69

Buongiorno Palestina 49

Buongiorno Palestina !

Come abbiamo annunciato già mercoledi scorso alla ripresa delle trasmissioni, ogni puntata d’ora in poi verrà dedicata ad un argomento specifico.
L’argomento della puntata viene preceduto sempre da una breve selezione stampa mentre una rassegna stampa e un notiziario più ampi saranno fatti una volta al mese e costituiranno in tale occasione il contenuto di una intera trasmissione.
In questa 49° puntata vi proponiamo la recensione di cinque libri, di cui quattro a cura di Marisa che sono: di Susan Abulhawa,Contro un mondo senza amore“, il suo ultimo libro uscito quest’anno per Feltrinelli e “Ogni mattina a Jenin” del 2011.
di Ghassan KanafaniUomini sotto il sole” del 1963 e “Ritorno ad Haifa” uscito nel 1969 in arabo e nel 1991 in Italia. Barbara ha tradotto e recensito il libro di Salman Abu Sitta: “La mappa del mio ritorno” uscito  a luglio di quest’anno per le Edizioni Q.


 

 

 

 

Ricordiamo che su Fuori Binario, mensile a distribuzione manuale, vi sarà anche questo mese una pagina dedicata ai palestinesi. Con questo gesto Fuori Binario, giornale degli ultimi, tende una mano ai palestinesi, ultimi del nostro mondo, vilipesi, espropriati dei loro beni, della memoria e della loro umanità.

Questi i brani musicali, integrali, che hanno accompagnato in brevi stacchi musicali, la trasmissione di oggi (oltre la sigla): Mohamed Assaf: Ya Halali Ya Mali Dyarna – Rashid Taha: Ya Rayah,Tu che parti Nakba: colonna sonora e voci dal film/documentario (regia di Monica Maurer)

Buongiorno Palestina 48

 

 

 

 

 

                                               PALESTINE NEWS 1

I titoli di questa lunga Rassegna stampa e notiziario di fine agosto:

  • Peggiorano le condizioni di salute dei quattro palestinesi  che hanno attuato lo sciopero della fame contro la detenzione amministrativa
  • Israele usa i droni per causare distruzioni a Gaza
  • Riyadh frena sull’accordo di normalizzazione con Israele
  • Israele reprime la Cultura Palestinese
  • Vittoria in tribunale per i tre di Humboldt
  • Annessione della Cisgiordania e “Accordo di Abramo”
  • Archivio di Stato di Israele: come Israele nasconde il suo passato
  • In-Giustizia” israeliana: l’assassinio di palestinesi si cancella ai servizi sociali
  • Bottini di guerra: trafugate dal Mossad le “Corone di Damasco” e preziosi manoscritti islamici.
  • Israele: porte chiuse ai “convertiti” all’ebraismo
  • “Rifiutai l’offerta di pace di Olmert”: Abu Mazen si racconta
  • Qualche luce in Germania sulle accuse di antisemitismo
  • Pacchi esplosivi israeliani a Kafr Kaddum e Nablus
  • Gaza sotto bombardamenti israeliani per il 24° giorno consecutivo, con elettricità a singhiozzo e mancanza di acqua, combatte anche contro il Covid-19.

Le nostre fonti: Amicizia Italo-Palestinese, Assopacepalestina, Infopal, Bocche Scucite, PCHR(Centro Palestinese per i Diritti Umani), il Manifesto, Haaretz, Nena News,Invicta Palestina, Palestina Cultura è Libertà, The Electronic Intifada, Israele Net.

Musica: Bint El Shalabia: Fairuz Tribute – Milagro Acustico: Madinati Noto-Adnan Joubran: La danse de la veve – Feiruz: Li Beirut

 

Buongiorno Palestina 47

Buongiorno Palestina!

Mobilitazione contro l’annessione.

A pochi giorni dalla annunciata annessione delle colonie illegali e del territorio palestinese della Valle del Giordano da parte di Israele, progetto che rientra nel cosiddetto “Piano Trump -Netanyahu”, in molte città d’Italia si stanno organizzando manifestazioni di protesta per scongiurare questa nuova catastrofe. Una nuova NAKBA si sta per compiere in terra di Palestina, settantadue anni dopo l’espropriazione e la distruzione dei villaggi palestinesi nel 1948, cinquantatre anni dopo l’occupazione dei Territori a seguito della “Guerra dei sei giorni” del 1967: annessioni totalmente illegali e denunciate come tali dal Diritto Internazionale, dall’Unione Europea, dalla Lega Araba. Se la comunità internazionale si mette al servizio della prepotenza israeliana, ci chiediamo:

  • Dove si va a finire se si accetta di spacciare come democrazia quella che è una democrazia etnica, cioè uno Stato dell’Apatheid?
  • Dove sono le voci della Giustizia e del Diritto Internazionale, veri capisaldi della democrazia?
  • Dov’è una voce forte dell‘Unione Europea ?

Il 27 giugno ore 17 – FIRENZE  Piazza della Repubblica:   Mobilitazione contro l’annessione della Valle del Giordano e il Piano Trump-Netanyahu/Gantz

 

 

 

Musica e parole da:  Giornata della Terra – tratto da “Palestina in Fiamme “- di Um el Fahem, Sakhnin e Nazareth, 1981 – Documentario di Monica Maurer – voce di Sandro Casalini.
Gruppo AreA – Luglio, agosto, settembre (nero)

Link al film Giornata della Terra:  https://www.youtube.com/watch?v=iJSKtECLhY8

 

 

Buongiorno Palestina 46

Buongiorno Palestina !

Monica Maurer: una regista militante.
Il Fondo Monica Maurer custodito dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (AAMOD) raccoglie sia film finiti, sia sequenze non montate della produzione cinematografica della regista tedesca Monica Maurer, prevalentemente inerenti la rivoluzione palestinese in Libano e Palestina negli anni compresi tra il 1977 e il 1987. Monica Maurer è membro del consiglio di amministrazione di AAMOD, nonché curatrice di numerosi festival ed eventi cinematografici in giro per il mondo. In collaborazione con l’Istituto di Cinema Palestinese, la documentarista Monica Maurer ha realizzato diversi film che raccontano le sofisticate infrastrutture ed istituzioni sociali, sanitarie, produttive e culturali dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) nei campi profughi in Libano, le invasioni israeliane del 1978 e del 1982, la vita sotto occupazione militare israeliana in Cisgiordania dal 1967, la lotta per la terra e la nascita della Prima Intifada. Tra il 1977 e il 1982 ha realizzato numerosi film – come autore, regista e produttore – in collaborazione con il Palestinian Cinema Institution e l’Informazione Dipartimento della Repubblica Popolare Cinese (Palestine Red Crescent Society) Tra quelli: “Palestine Red Crescent” , “The Fifth War” , “Born out of Death” (1981),”War Lab”, “Ascolta!”, “Palestine in Flames”. Negli ultimi anni, si è dedicata, con il contributo di Emily Jacir, a digitalizzare circa 33 bobine del documentario “Tell Al Zaatar” che risale agli anni ’70. Progetto di Monica Maurer e dei suoi collaboratori registi e archivisti è la realizzazione di un Archivio Nazionale  del Cinema  Palestinese, progetto che la regista vorrebbe veder realizzato sopratutto per le nuove generazioni che non conoscono questa parte importante della storia della Palestina, perchè, come lei dice, non c’è futuro senza memoria.

Musica: Musica e parole del poeta Tawfik Zayad dal film: NAKBA – regia di Monica Maurer – فيروز Fayrūz, Li Beirut – Musica e parole dal film تل الزعتر Tall Al Zaatar (La collina del Timo) dei registi Mustafa Abu Ali e Jean Chamoun – Dalida-Lebnan  لبنان Mozart Requiem Dies Irae -Choeur de l’Orchestre de Paris-Orchestre Prométhée-Pierre-Michel Durand-Cathédrale de Chartres 2006.

Film: NAKBA, regia di Monica Maurer : https://www.aamod.it/2020/05/13/nakba-72/

Archivio AAMOD:  https://www.aamod.it/ 

 

 

Buongiorno Palestina 31

Buongiorno Palestina !

Consiglio Comunale di Firenze del 20/02/2020:

Pres: Milani Luca.  Interventi dei consiglieri: Dardano Mimma – Cocollini Emanuele – Bianchi Donata – Palagi Dmitrij – Moro Bundu Antonella – Cellai Jacopo – Draghi Alessandro – Bussolin Federico – Albanese Benedetta –
APPROVA la risoluzione 2019/00848 “Contro le politiche delle annessioni in Palestina” con voto a favore di Sinistra Progetto Comune, Lista Nardella, Partito Democratico, Fratelli d’Italia.
RESPINGE l’ODG.2020/00140 “Riconoscere Gerusalemme quale capitale indivisa dello Stato di Israele” presentata dalla Lega e votata anche da Forza Italia.

Video integrale: https://www.youtube.com/watch?v=ireuuHpfXII

 

 

La traPunta #11

Eventi in città 10/2 – 17/2 da lapunta.org

  • Foibe si o foibe no? Diamo un occhio a quanto scrive Nicoletta Bourbaki
  • Reinventiamo Piazza Tasso, presentazione di mappa e progetto (https://lapunta.org/event/431): ne pèarliamo con un compagno dell’occupazione via del Leone.
  • No al piano Trump! La Palestina non è in vendita! (https://lapunta.org/event/420), sabato presidio a Firenze. Ospite Marisa, attivista di Assopace Palestina.
  • In vista dell’assemblea cittadina verso lo sciopero transfemminista dell’8 e 9 Marzo (https://lapunta.org/event/390), collegamento con Sara, NonUnaDiMeno Firenze.