Buongiorno Palestina 56

Giovani Palestinesi d’Italia

Si costituiscono in Associazione, di cui attendono ancora il riconoscimento uifficiale, nel 2016. Si tratta di circa 150 giovani di seconda generazione palestinesi e italo-palestinesi che vivono studiano e lavorano in Italia. Il loro collettivo è apartitico e laico. Il loro obiettivo è portare e diffondere il messaggio, l’identità e la causa palestinese in Italia e nel Mondo. Come tutti i giovani, nei confronti delle generazioni precedenti, hanno delle divergenze su aspetti sociali o politici  ma  rimane un filo conduttore che li unisce al passato e dal quale nessuno di loro deroga: l’amore per la Palestina, la vicinanza ad un popolo che non ha quasi più terra e che è diventato il paradigma per tutto ciò che c’è di negativo nel mondo: apartheid, sopraffazione, non rispetto del diritto internazionale. La loro pagina su Facebook: https://www.facebook.com/giovanipalestinesi.italia 

La battaglia, al 78°giorno di digiuno totale, contro la detenzione «amministrativa» di Al Akhras e il logo dei GPI

Musica: “Somos Sur” dall’Album:Vengo di Shadia Mansour – Ana Tijoux –  “Palestina”: dall’album Geografia, Testo e musica di Lluís Llach –  “El Pueblo Unido” degli Inti Illimani. 

 

 

 

Diretta normale del 29 maggio 2020

Trash-missione in diretta da Frittole
Tifiamo degrado e assembramenti rivoltosi

Fare movida contro il logorio della vita moderna, cioè con coscienza (vedi Wolf Bukowski e poi muori)

– Palmiro ci delizia con uno scritto di Giggetto: non c’è vero amore senza il corpo (ovvio)
– Doctor ci parla di assistenti civici e nuova normalità nazista
– Bepi legge un nuovo racconto del concorsone letterario “…e verrà il dì”
– Neverendo ci introduce nel mondo delle “Feste fuori controllo” (Daniele Vazquez, ed. DeriveApprodi, 2018)
– I nostri inviati sguinzagliati al mercato contadino di Piazza Tasso ci aggiornano sulla situazione

Diretta Speciale 21 aprile 2020

Sulla prossemica relazionale e la schizofrenia giuridico-costituzionale.

Ci siamo barcamenati tra il bel contributo dell’Avv.Giovanni Conticelli, che ha parlato a riguardo dei decreti e DPCR di febbraio e marzo, e l’interessante intervista a Bruno Lomele sulle dinamiche di relazione in coppia e in comunità ai tempi del covid19. Poi un po’ di Area, live music con il microkorg, nat king cole, cose così…vombate.

La puntata intera:

Le parole dell’Avv. Conticelli – parte I (grazie CPA!):

L’intervista a Bruno Lomele