Buongiorno Palestina 51

Osservatorio Giovani

Oggi abbiamo ai nostri microfoni Giulia Terrosi, una giovane laureata in Scienze Politiche intervistata da Anna di Giusto (Assopacepalestina-Fi), che ci racconta la sua esperienza di lavoro con CDCD, una ONG che opera in Palestina.
Giulia ha al suo attivo un discreto courriculum formativo e di stage in svariati paesi a cominciare dal Libano, dove ha sviluppato la sua tesi in Relazioni Internazionali. Dopo un Master nel 2012 per l’ISPI (Istituto di Studi Internazionali) lavora come Project Analyst per  “The Center for Democracy and Community Development (CDCD) che opera a Gerusalemme-Est in progetti finanziati dall’Unione Europea e mirati a programmi di pace e sviluppo. Costretta ad andarsene dalla Palestina dopo soli cinque mesi, nel 2014 lavora in Kosovo come Assistant Project Manager e collabora al progetto: “Women Together for the empowerment“, primo Centro Antiviolenza per le donne.  Nello stesso anno è co-fondatrice della divulgazione di “Un Altro Genere di Rispetto”,  postato su Facebook, WordPress e Instagram. Nel 2015 è Coordinatrice di gruppi volontari di Emergency Onlus e dal 2018 lavora a Firenze per l’Università Internazionale Lorenzo de’ Medici impegnata sempre su tematiche contro gli stereotipi di genere, discriminazioni e violenze verso le donne, diritti umani.

Musica:
Marcel Rami e Bashar Khalifa: “Lo specchio della Luna“-  Marcel Khalifa: “Ommi” – Kadim Al Saher : “Bereed Beirut” – Dalida: “Lebanon

 

 

 

Buongiorno Palestina 50

LA SITUAZIONE DELLE ONG IN  PALESTINA:

Intervista a Gianni Toma, responsabile Medio Oriente presso COSPE ONLUS (Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti).
Il COSPE è un’associazione privata, laica e senza scopo di lucro. Nasce nel 1983 e muove i primi passi in Africa, lavorando sull’antirazzismo, nelle scuole e con le associazioni di immigrati. Oggi il COSPE opera in 25 Paesi del mondo con circa 70 progetti.  Gianni Toma lavora nel settore della Cooperazione Internazionale dal 2000. E’ stato addetto stampa COSPE dal 2001 al 2006 e ha al suo attivo diverse pubblicazioni sui temi della cooperazione internazionale, dell’intercultura, dei diritti umani e delle libertà di espressione.
La Scuola COSPE nasce nel 2004 con l’obiettivo di proporre percorsi formativi che preparino a una carriera nella Cooperazione Internazionale ed il Non Profit. Oggi la Scuola ha il riconoscimento della Regione Toscana. Informazioni e approfondimenti sul sito: https://www.cospe.org/

Musica: Zade Dirani: “I nostri cuori battono ancora” Unicef 2017 – I Muvrini: “Ma soer musulmane” Album Luciole 2017 .

 

Buongiorno Palestina 49

Buongiorno Palestina !

Come abbiamo annunciato già mercoledi scorso alla ripresa delle trasmissioni, ogni puntata d’ora in poi verrà dedicata ad un argomento specifico.
L’argomento della puntata viene preceduto sempre da una breve selezione stampa mentre una rassegna stampa e un notiziario più ampi saranno fatti una volta al mese e costituiranno in tale occasione il contenuto di una intera trasmissione.
In questa 49° puntata vi proponiamo la recensione di cinque libri, di cui quattro a cura di Marisa che sono: di Susan Abulhawa,Contro un mondo senza amore“, il suo ultimo libro uscito quest’anno per Feltrinelli e “Ogni mattina a Jenin” del 2011.
di Ghassan KanafaniUomini sotto il sole” del 1963 e “Ritorno ad Haifa” uscito nel 1969 in arabo e nel 1991 in Italia. Barbara ha tradotto e recensito il libro di Salman Abu Sitta: “La mappa del mio ritorno” uscito  a luglio di quest’anno per le Edizioni Q.


 

 

 

 

Ricordiamo che su Fuori Binario, mensile a distribuzione manuale, vi sarà anche questo mese una pagina dedicata ai palestinesi. Con questo gesto Fuori Binario, giornale degli ultimi, tende una mano ai palestinesi, ultimi del nostro mondo, vilipesi, espropriati dei loro beni, della memoria e della loro umanità.

Questi i brani musicali, integrali, che hanno accompagnato in brevi stacchi musicali, la trasmissione di oggi (oltre la sigla): Mohamed Assaf: Ya Halali Ya Mali Dyarna – Rashid Taha: Ya Rayah,Tu che parti Nakba: colonna sonora e voci dal film/documentario (regia di Monica Maurer)

Buongiorno Palestina 48

 

 

 

 

 

                                               PALESTINE NEWS 1

I titoli di questa lunga Rassegna stampa e notiziario di fine agosto:

  • Peggiorano le condizioni di salute dei quattro palestinesi  che hanno attuato lo sciopero della fame contro la detenzione amministrativa
  • Israele usa i droni per causare distruzioni a Gaza
  • Riyadh frena sull’accordo di normalizzazione con Israele
  • Israele reprime la Cultura Palestinese
  • Vittoria in tribunale per i tre di Humboldt
  • Annessione della Cisgiordania e “Accordo di Abramo”
  • Archivio di Stato di Israele: come Israele nasconde il suo passato
  • In-Giustizia” israeliana: l’assassinio di palestinesi si cancella ai servizi sociali
  • Bottini di guerra: trafugate dal Mossad le “Corone di Damasco” e preziosi manoscritti islamici.
  • Israele: porte chiuse ai “convertiti” all’ebraismo
  • “Rifiutai l’offerta di pace di Olmert”: Abu Mazen si racconta
  • Qualche luce in Germania sulle accuse di antisemitismo
  • Pacchi esplosivi israeliani a Kafr Kaddum e Nablus
  • Gaza sotto bombardamenti israeliani per il 24° giorno consecutivo, con elettricità a singhiozzo e mancanza di acqua, combatte anche contro il Covid-19.

Le nostre fonti: Amicizia Italo-Palestinese, Assopacepalestina, Infopal, Bocche Scucite, PCHR(Centro Palestinese per i Diritti Umani), il Manifesto, Haaretz, Nena News,Invicta Palestina, Palestina Cultura è Libertà, The Electronic Intifada, Israele Net.

Musica: Bint El Shalabia: Fairuz Tribute – Milagro Acustico: Madinati Noto-Adnan Joubran: La danse de la veve – Feiruz: Li Beirut

 

Buongiorno Palestina 47

Buongiorno Palestina!

Mobilitazione contro l’annessione.

A pochi giorni dalla annunciata annessione delle colonie illegali e del territorio palestinese della Valle del Giordano da parte di Israele, progetto che rientra nel cosiddetto “Piano Trump -Netanyahu”, in molte città d’Italia si stanno organizzando manifestazioni di protesta per scongiurare questa nuova catastrofe. Una nuova NAKBA si sta per compiere in terra di Palestina, settantadue anni dopo l’espropriazione e la distruzione dei villaggi palestinesi nel 1948, cinquantatre anni dopo l’occupazione dei Territori a seguito della “Guerra dei sei giorni” del 1967: annessioni totalmente illegali e denunciate come tali dal Diritto Internazionale, dall’Unione Europea, dalla Lega Araba. Se la comunità internazionale si mette al servizio della prepotenza israeliana, ci chiediamo:

  • Dove si va a finire se si accetta di spacciare come democrazia quella che è una democrazia etnica, cioè uno Stato dell’Apatheid?
  • Dove sono le voci della Giustizia e del Diritto Internazionale, veri capisaldi della democrazia?
  • Dov’è una voce forte dell‘Unione Europea ?

Il 27 giugno ore 17 – FIRENZE  Piazza della Repubblica:   Mobilitazione contro l’annessione della Valle del Giordano e il Piano Trump-Netanyahu/Gantz

 

 

 

Musica e parole da:  Giornata della Terra – tratto da “Palestina in Fiamme “- di Um el Fahem, Sakhnin e Nazareth, 1981 – Documentario di Monica Maurer – voce di Sandro Casalini.
Gruppo AreA – Luglio, agosto, settembre (nero)

Link al film Giornata della Terra:  https://www.youtube.com/watch?v=iJSKtECLhY8

 

 

Buongiorno Palestina 46

Buongiorno Palestina !

Monica Maurer: una regista militante.
Il Fondo Monica Maurer custodito dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (AAMOD) raccoglie sia film finiti, sia sequenze non montate della produzione cinematografica della regista tedesca Monica Maurer, prevalentemente inerenti la rivoluzione palestinese in Libano e Palestina negli anni compresi tra il 1977 e il 1987. Monica Maurer è membro del consiglio di amministrazione di AAMOD, nonché curatrice di numerosi festival ed eventi cinematografici in giro per il mondo. In collaborazione con l’Istituto di Cinema Palestinese, la documentarista Monica Maurer ha realizzato diversi film che raccontano le sofisticate infrastrutture ed istituzioni sociali, sanitarie, produttive e culturali dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) nei campi profughi in Libano, le invasioni israeliane del 1978 e del 1982, la vita sotto occupazione militare israeliana in Cisgiordania dal 1967, la lotta per la terra e la nascita della Prima Intifada. Tra il 1977 e il 1982 ha realizzato numerosi film – come autore, regista e produttore – in collaborazione con il Palestinian Cinema Institution e l’Informazione Dipartimento della Repubblica Popolare Cinese (Palestine Red Crescent Society) Tra quelli: “Palestine Red Crescent” , “The Fifth War” , “Born out of Death” (1981),”War Lab”, “Ascolta!”, “Palestine in Flames”. Negli ultimi anni, si è dedicata, con il contributo di Emily Jacir, a digitalizzare circa 33 bobine del documentario “Tell Al Zaatar” che risale agli anni ’70. Progetto di Monica Maurer e dei suoi collaboratori registi e archivisti è la realizzazione di un Archivio Nazionale  del Cinema  Palestinese, progetto che la regista vorrebbe veder realizzato sopratutto per le nuove generazioni che non conoscono questa parte importante della storia della Palestina, perchè, come lei dice, non c’è futuro senza memoria.

Musica: Musica e parole del poeta Tawfik Zayad dal film: NAKBA – regia di Monica Maurer – فيروز Fayrūz, Li Beirut – Musica e parole dal film تل الزعتر Tall Al Zaatar (La collina del Timo) dei registi Mustafa Abu Ali e Jean Chamoun – Dalida-Lebnan  لبنان Mozart Requiem Dies Irae -Choeur de l’Orchestre de Paris-Orchestre Prométhée-Pierre-Michel Durand-Cathédrale de Chartres 2006.

Film: NAKBA, regia di Monica Maurer : https://www.aamod.it/2020/05/13/nakba-72/

Archivio AAMOD:  https://www.aamod.it/ 

 

 

Buongiorno Palestina 45

Buongiorno Palestina !

Nella trasmissione di oggi incontriamo Giorgio Forti, membro di ECO, Ebrei Contro l’Occupazione.

Prof. Emerito di Biochimica delle Piante alla Facoltà di Scienze dell’Università degli Studi di Milano, ricercatore alla Johns Hopkins University di Baltimora. E’ Socio Nazionale dell’Accademia dei Lincei, già direttore del Centro di Studio della Biologia Molecolare delle Piante. Il Prof. Forti è anche membro di Salam ragazzi dell’Ulivo, ha collaborato con la ONG Vento di Terra alla costruzione della Scuola di Gomme, finanziata anche dal Ministero italiano degli affari esteri nel villaggio beduino di Al Khan Al Ahmar – Gerusalemme Est.

Qual’è la Capitale di Israele ? Si trasmette parte delle voci del  presidio davanti alla sede Rai di Roma per contestare che su Rai1 nella trasmissione a quiz “L’eredità” condotta da Flavio Insinna, alla domanda quale fosse la capitale di Israele si desse per sbagliata la risposta della concorrente che aveva detto Tel Aviv correggendola con Gerusalemme. Alle pretese di Israele di appropriarsi di Gerusalemme, l’ONU ha risposto più volte con Risoluzioni negative  del Consiglio di Sicurezza già nel 1980,  e la stessa definiva Gerusalemme città sotto giurisdizione internazionale e non già capitale dello Stato di Israele.

Per avere informazioni sulla Scuola di Gomme che si trova nel villaggio di Khan al Ahmar (tra Ramallah e Gerusalemme) l’Associazione che si interessa è Vento di Terra e questo il  link:  http://www.ventoditerra.org/

Musica: Rashid Taha / رشيد طه   [Ya Rayah] يا رايح [Tu che parti]  – Marcel Khalife / مارسيل خليفة  – Ommi (with Lyrics): أمي – Enzo Avitabile con la cantante palestinese Amal Murkus –